Le complicazioni potenziali

Infezioni della pelle a causa di irritazione o reazione allergica dal pigmento è una possibile complicazione della microblading.

È normale avere un po ‘di dolore e disagio durante la procedura, e si potrebbe sentire un lieve rimbalzo residuo dopo. Non è normale avere dolori gravi nella zona interessata una volta lasciato l’ufficio del tuo tecnico. Dovreste prestare molta attenzione alla zona a microbladed per vedere se diventa gonfio o sollevato. Qualsiasi segno di scarico giallastra o eccessiva rossore potrebbe essere un segno dell’inizio di un’infezione.

Se l’area si gonfia, continua a scab dopo due settimane, o inizia a perdere il pus, si dovrebbe andare immediatamente al medico. Un’infezione nell’area del sopracciglio è particolarmente importante se raggiunge il flusso sanguigno perché l’area è così vicina agli occhi e al cervello. Avrete bisogno di un trattamento immediato con gli antibiotici se si ottiene un’infezione da microblading.

Le persone in gravidanza, incluse ai keloidi, o hanno avuto un trapianto di organi, dovrebbero evitare il microblading del tutto. Dovresti anche essere cauto se hai un fegato compromesso o una condizione virale come l’epatite.

La cosa più importante che puoi fare per prevenire un’infezione da microbatterie è quella di ricercare il tuo tecnico. Non tutti gli stati richiedono che il tecnico abbia una licenza. Dovresti chiedere se sono concessi in licenza e visualizzare la licenza. Se non sono concessi in licenza, richiedere di consultare la propria licenza o ispezione professionale dal dipartimento sanitario. La presenza di uno qualsiasi di questi li rende più probabili essere un fornitore legittimo.

Lo strumento utilizzato per la procedura di microblading dovrebbe essere sempre uno strumento monouso, uno strumento monouso. Se non vedi il tuo tecnico di microblading aprire una nuova quando è il momento per il tuo appuntamento, non esitare a stare in piedi e lasciare!

Mentre la microblading è generalmente considerata sicura come altre forme di tatuaggio, non ci sono poche ricerche mediche o studi clinici per sostenere questo.